Il nostro sito utilizza cookie per analizzare statisticamente gli accessi/le visite al sito raccogliendo le informazioni in forma aggregata. ACCETTO Visualizza l'informativa sulla privacy

UN TERRITORIO NON SI VISITA, SI VIVE.

Scopri i migliori artigiani nei dintorni,
visita il loro laboratorio e diventa apprendista per un giorno!

 

ALBERTO, MUGNAIO

Fare farina non è cosa semplice e scontata soprattutto in un molino artigianale e storico che risale al 1903. L'azienda vanta ormai più di cent’anni di storia nella macinazione del mais e del grano saraceno; è un’azienda familiare, ormai di terza generazione, artigianale, dove l’uomo e la sua esperienza sono ancora un elemento fondamentale e caratterizzante.
Tutt’oggi rimane uno degli ultimi molini storici in Trentino ancora in attività ed ancora in grado di produrre, attraverso un processo artigianale lento ed accurato, prodotti tipici e di nicchia.

COME SARÀ L'ESPERIENZA

Vorremmo farvi conoscere la nostra sfida: lavorare oggi come un tempo....per questo motivo vi invitiamo ad effettuare una visita guidata al nostro molino artigianale e storico. Durante la visita potrete esercitare i sensi seguendo un vero e proprio percorso sensoriale che vi porterà ai colori, ai rumori e ai profumi di un tempo.

PUOI PRENOTARE QUI


GIORGIA, PORCELLANA

 

Sono un'artigiana trentina, creo una linea in porcellana per la tavola, dove ogni pezzo è unico, pensato e realizzato attraverso il cuore. Vivo e lavoro in mezzo al bosco, dove tutto diventa ispirazione: la luce,i colori, le foglie secche e i rami spezzati, i caprioli al mattino e i muschi verdissimi....

COME SARÀ L'ESPERIENZA

Visita del laboratorio (piccolissimo!), quattro chiacchiere , un buon tè servito nelle mie tazze, seduti in giardino guardando il lago.

 

PUOI PRENOTARE QUI


ANDREA, RAMAIO

Da ben tre generazioni siamo un'azienda artigiana leader nella produzione di manufatti in rame. Pioniere di questa rinomata Bottega Artigiana è Pierino. La sua storia di ramaio inizia nel 1949, quando a sedici anni entra in una fonderia di Vela dove acquisisce i segreti della fusione e abilità manuale nella lavorazione dei lingotti di metallo al maglio. Nel 1954 diventa garzone nella bottega dello zio ramaio, dove apprende l’arte sottile e certosina del lavoro di sbalzo e cesello e finalmente nel 1958 apre nel piccolo sobborgo di Ravina una piccola ma straordinaria “bottega di rame”, dove tradizione e modernità hanno suggellato un tacito patto di rispetto, diventando l’equilibrio stesso di una filosofia produttiva votata alla qualità del prodotto. Il segreto? E’ racchiuso nello spirito di chi ha improntato l’azienda artigiana, una passione viscerale per il metallo rosso che in cinquant’anni d’attività è diventata una realtà produttiva leader nella produzione di manufatti in rame. Forte di quest’anima la nostra Bottega apre le porte alla suggestiva tradizione e prorompente attualità dell’arte del rame. Ogni articolo, dal più umile al più raffinato, è frutto di puntuale ricerca ed incorpora secoli di storia, di civiltà applicati alla creatività artigiana.

COME SARÀ L'ESPERIENZA

La visita vi porterà alla scoperta di una bottega artigiana singolare e straordinaria, dove la filosofia produttiva è sinergia intima con l’impegno culturale di valorizzazione e riscoperta del rame, concretizzatesi in uno dei musei del rame più grandi d'Europa. Il rumore dei martelli, il lavoro produttivo, convivono con una realtà museale unica nel suo genere. “Padron” di casa è indiscutibilmente il rame, da una parte materia prima di una produzione artigianale votata al regno della cucina e ai complementi d’arredo; dall’altra testimone silenzioso di secoli di storia, tra antichi fausti, fragorosi banchetti, solenni ricorrenze, quotidianità sfarzose e stentate. La famiglia ci apre le porte dell’incredibile museo dedicato all’arte di Efesto. Un mondo straordinario e suggestivo, sconosciuto a molti ma nello stesso tempo incredibilmente famigliare.

 

PUOI PRENOTARE QUI


GIANMARIA, LIUTAIO

Uno strumento di qualità migliora il musicista, un buon musicista migliora lo strumento di qualità.
E’ questo il nesso più intimo ed affascinante che mi ha spinto a capirci di più. Non da musicista (suono il violoncello per godermelo, divertirmi e divertire, cercando di carpirne il segreto che fa vibrare), ma da liutaio. Il mestiere più bello del mondo: lo dice chi lo ha scelto, sembra lo pensino in molti.
Per produrre ciò che tradurrà gesti in musica ci vuole pazienza, una pazienza costante ma che cresce con l’andare del tempo, quando da un tronco d’albero ci si ritrova con una tavola armonica pronta per essere verniciata.

COME SARÀ L'ESPERIENZA

Apertura del laboratorio ai curiosi, accesso allo spazio per un paio d'ore e panoramica sul mestiere di liutaio, con spiegazione sintetica della storia, della scelta dei materiali e delle fasi costruttive degli strumenti ad arco.

 

PUOI PRENOTARE QUI